FIBROMATOSI UTERINE EMORRAGICHE - Luca Ripamonti
Le fibromatosi uterine o fibromi uterini, noti anche come miomi, sono tumori benigni solitamente costituiti da tessuto muscolare liscio e tessuto fibroso, localizzati nella regione uterina; le dimensioni possono essere di pochi mm fino ad arrivare a diverse decine di cm.
fibromatosi uterine, fibromi uterini, miomi tumori benigni solitamente
260
post-template-default,single,single-post,postid-260,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

FIBROMATOSI UTERINE EMORRAGICHE

FIBROMATOSI UTERINE EMORRAGICHE

Le fibromatosi uterine o fibromi uterini, noti anche come miomi, sono tumori benigni solitamente costituiti da tessuto muscolare liscio e tessuto fibroso, localizzati nella regione uterina; le dimensioni possono essere di pochi mm fino ad arrivare a diverse decine di cm.

I fibromi sono stimolati dagli ormoni e per questo motivo aumentano progressivamente di dimensioni in donne in età fertile, talvolta in gravidanza, per poi arrestarsi fino a ridursi in menopausa.

Le donne che soffrono di questa patologia infatti hanno un’età che varia circa dai 30 ai 50 anni.

I fibromi vengono distinti in:

  • Sottomucosi,quando sono collocati nella mucosa uterina, cioè nell’endometrio;
  • Intramurali,quando si riscontrano nel tessuto muscolare dell’utero;
  • Sottosierosi qualora modifichino la struttura del ventre.

Le cause di fibromatosi

Le cause della fibromatosi uterina emorragica non sono ancora ben conosciute, anche se alcuni fattori influenzano senz’altro l’insorgere di questa patologia:

– Storia familiare: sono ad alto rischio e donne con madre o sorella che hanno sofferto di tale problema;

– Obesità. L’obesità è considerata un fattore di rischio. All’opposto è stato dimostrato che la gravidanza e il parto possono ridurre il rischio per una donna di sviluppare un fibroma uterino.

Diagnosi di fibromatosi

La fibromatosi uterina può essere del tutto asintomatica oppure, se le dimensioni dei fibromi è notevole, può causare senso di peso e forti dolori mestruali.

La fibromatosi diffusa, i fibromi intramurali e quelli sottomucosi sono accompagnati da cicli abbondanti, ai quali può conseguire una condizione di anemia talora anche molto importante.

La presenza di fibromi sottomucosi può essere causa d’ infertilità.

Questa malattia può essere diagnosticata dal ginecologo nel corso di una visita ginecologica, seguita da una ecografica per maggiore accuratezza diagnostica.

L’isteroscopia diagnostica e/o la sonoisterografia sono indagini più invasive che vengono utilizzate per la diagnosi di fibromi sottomucosi in presenza di un dubbio ecografico.

Rischi derivanti dalle fibromatosi

La fibromatosi uterina non rappresenta generalmente una patologia pericolosa.

La presenza di cicli abbondanti e/o perdite ematiche croniche dovuti ai fibromi può portare a sua volta, come già accennato, ad un quadro di anemia di entità variabile.

Il rischio di trasformazione di un fibroma in sarcoma, quindi in un tumore maligno, è generalmente basso.

Cure e trattamenti delle fibromatosi

Le terapie per la cura dei fibromi uterini sono molteplici e dipendono fra l’altro dalle loro dimensioni e collocazioni. Attualmente, in presenza di cicli emorragici correlati alla fibromatosi, o di sanguinamenti irregolari, esistono, in alternativa alla chirurgia, terapie farmacologiche come la pillola contraccettiva.

Inoltre, si possono impiegare farmaci che portano ad uno stato di menopausa reversibile ed altri che inducono amenorrea, cioè assenza di ciclo mestruale, utilizzabili tuttavia solo per periodi di tempo limitati.

Tecniche di radiologia interventistica comportano in buona parte dei casi un notevole miglioramento dei sanguinamenti.

Un’ulteriore alternativa alla chirurgia è costituita dal HIFU, uno strumento ad ultrasuoni che produce calore “bruciando” i fibromi sotto guida della risonanza magnetica o ecografica.

Alberto Bozzolan

No Comments

Post A Comment